Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Cos’è e quali sono i sintomi dell’artrosi alle mani

L’artrosi alle mani, come ogni altra osteoartrosi, è una patologia cronica e degenerativa che interessa tutti i tessuti dell’articolazione. Inizia con l’erosione della cartilagine per modificare le altre strutture che concorrono al sistema articolare (ossa, legamenti, muscoli).

Nello specifico, l’artrosi alle mani interessa le giunture tra le ossa del metacarpo e le falangi, le giunture che uniscono le ossa delle falangi o, come nel caso della rizoartrosi, tra l’osso trapezio e il metacarpo del pollice.

Nella maggior parte dei casi l’artrosi alla mano colpisce soggetti che hanno superato i 65 anni di età, ma può manifestarsi anche prima, soprattutto nelle donne post-menopausa.

La patologia deve essere trattata per evitare una degenerazione che, oltre il dolore, può causare un grave deterioramento della qualità della vita.


Le cause dell’artrosi alle mani

Attualmente non si conoscono cause specifiche che portino all’insorgenza dell’artrosi. Tuttavia sono stati individuati alcuni fattori che predispongono il soggetto al manifestarsi di questa patologia. Tra i più comuni:

  • Predisposizione genetica;
  • Età avanzata;
  • Storico di attività pesanti a carico delle mani;
  • Traumi e fratture alla mano;
  • Diabete;
  • Obesità;
  • Menopausa.

I sintomi

Il dolore alle dita delle mani è il primo e più evidente sintomo dell’insorgenza di un’artrosi. Il dolore inizialmente si manifesta solo dopo prolungata immobilità (dopo il risveglio o a riposo) e a seguito di sforzi. In fase avanzata il fastidio è presente costantemente.

Soprattutto con l’avanzare della patologia, il dolore non è l’unico segnale della presenza dell’artrosi alla mano. Il sintomo è accompagnato da altri inequivocabili indizi:

  • Rigidità articolare;
  • Infiammazione e gonfiore;
  • Formazione di noduli di Heberden e di Bouchard (deformazione delle dita);li>
  • Rumori articolari.

Il progresso della patologia può essere rallentato attraverso trattamenti specifici. Per tale motivo è fondamentale riuscire a diagnosticare l’artrosi in tempi utili per evitare che si raggiungano gli stadi più avanzati.


Come prevenire l’artrosi alle mani

Una corretta alimentazione e uno stile di vita sano sono i due principi base per la prevenzione di molte patologie legate all’età. L’artrosi alle mani non fa eccezione.

Accanto alle buone prassi in campo alimentare e salutistico, per prevenire questa patologia degenerativa è fondamentale prendersi cura delle articolazioni delle mani, facendo attenzione alla postura più indicata nell’utilizzo di strumenti e attrezzi (racchetta da tennis e mouse del computer compresi). Il corretto trattamento degli eventuali traumi a carico delle mani e delle loro articolazioni è una precauzione utile e necessaria contro la futura insorgenza dell’artrosi alle mani.