Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Borsite alla spalla, le cause e i sintomi

La borsite alla spalla è frequente tra coloro che compiono movimenti delle braccia in sopraelevazione. Per tale motivo è diffusa tra quegli sportivi impegnati in attività di lancio o in attività di potenza che gravano sulle spalle.


Cause della borsite

La borsite alla spalla è un’infiammazione della sacca sinoviale interposta tra il muscolo sovraspinoso, innestato alla testa dell’omero, e l’acromion (osso spigoloso della spalla), con la funzione di limitare le frizioni tra muscolo, tendine e osso. Dato lo spazio piuttosto angusto, i movimenti meccanici e ripetuti frequentemente possono facilmente infiammare la sacca o lesionare il tendine sovraspinoso, patologia alla quale è spesso associata la borsite.


Sintomi della borsite alla spalla

Come ogni infiammazione, la borsite alla spalla si manifesta con il dolore localizzato nell’area anteriore e superiore dell’articolazione. È un dolore che si acutizza alla palpazione e con il movimento del braccio, tanto da limitarne la mobilità.

Il gonfiore visibile a occhio nudo può essere un ulteriore sintomo indicativo della borsite alla spalla.

I sintomi in breve:

  • Dolore che si acutizza alla palpazione e al movimento;
  • Rigidità articolare e difficoltà a compiere movimenti ampi;
  • Eventuale gonfiore localizzato individuabile a occhio o attraverso palpazione che risulta dolorosa.

Per diagnosticare questa infiammazione si pratica il test di Neer: si eleva passivamente il braccio frontalmente all’altezza della scapola. Il movimento dovrebbe causare dolore.