Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

L’artrosi cervicale: cause e sintomi

L’artrosi cervicale è una patologia molto diffusa che interessa le cartilagini della spina dorsale (tratto cervicale). La patologia colpisce in particolar modo i soggetti che hanno superato i 65 anni di età, indistintamente donne e uomini (anche se si è riscontrata un’incidenza maggiore tra gli uomini). L’artrosi è una malattia degenerativa della cartilagine che peggiora con l’avanzare dell’età.

Nell’artrosi cervicale le parti che vengono erose sono quindi i dischi di cartilagine interposti tra una vertebra e l’altra e le superfici articolari delle vertebre. Il tratto cervicale è uno dei tratti più mobili della colonna vertebrale ed è grazie a tale mobilità che vengono garantiti i movimenti del collo e della testa.


Le cause dell’artrosi cervicale

L’età non è la sola causa della comparsa dell’artrosi cervicale, questa patologia può insorgere, infatti, anche in soggetti giovani, a causa di uno stile di vita scorretto e non adeguato a garantire la mobilità del collo.

Tra le cause che favoriscono l’insorgere dell’artrosi cervicale ci sono:

  • I lavori sedentari, che portano la persona a stare molte ore seduta e davanti a uno schermo;
  • I lavori che costringono a stare molte ore in piedi;
  • Lo sport da contatto o attività sportive che caricano il corpo con sforzi eccessivi (come il sollevamento pesi);
  • Eventi traumatici quali il colpo di frusta;
  • La presenza di una predisposizione genetica.

I sintomi

I primi sintomi sono percepiti al collo o alla nuca anche dopo aver fatto movimenti naturali e banali come girare la testa o piegarla da un lato. I sintomi maggiormente diffusi dell’artrosi cervicale sono:

  • Il dolore che, soprattutto all’inizio della malattia, è un indolenzimento alla base del collo che costringe a movimenti non più fluidi di rotazione e flessione;
  • Il rumore delle articolazioni causato o da protuberanze ossee o dall’assottigliamento dei dischi con la conseguente nascita di attrito tra le vertebre;
  • Formicolio alle mani, braccia, gambe e piedi;
  • Intorpidimento e difficoltà a camminare o di coordinamento;
  • Mal di testa;
  • Vertigini;
  • Disturbi alla vista;
  • Intolleranza ai rumori;
  • Nausea.

Come si previene l’artrosi cervicale

Dall’artrosi cervicale non si può guarire, perché la degenerazione cartilaginea è progressiva. Si può comunque cercare di rallentare il processo. Si devono acquisire delle buone abitudini quali mantenere una postura corretta per non affaticare la zona cervicale, e fare degli esercizi di ginnastica e di stretching specifici.