Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Cause e sintomi dell’ernia cervicale: è importante riconoscerne i segnali

Quando il dolore e la rigidità del collo sono accompagnati da altri sintomi importanti, è fondamentale valutare subito una visita da uno specialista (ortopedico o fisiatra) per un’eventuale diagnosi di ernia cervicale. Una patologia che non deve essere trascurata.


Cos’è l’ernia cervicale e quali sono le sue cause

Con questo termine si fa riferimento a una patologia che interessa la spina dorsale nel tratto cervicale (prime sette vertebre). I dischi intervertebrali, che contribuiscono ad attutire gli impatti che si trasmettono lungo la colonna e a ridurre gli attriti ossei durante i movimenti delle vertebre, possono venire schiacciati in modo innaturale (mielopatia cervicale) tanto da fuoriuscire dalla loro sede. Il risultato di questo spostamento è una compressione del midollo e delle strutture nervose della spina dorsale.

Le cause dell’insorgenza dell’ernia cervicale possono essere varie e concorrere al manifestarsi della patologia:

  • Colpo di frusta;
  • Altri traumi;
  • Postura errata e protratta per lungo tempo;
  • Sollecitazioni continue;
  • Tensioni muscolari;
  • Posizionamento delle vertebre;
  • Spondilosi cervicale (patologia degenerativa dei dischi intervertebrali).

I sintomi dell’ernia al collo

Come tutte le patologie che comportano dolore all’area cervicale, i sintomi dell’ernia non riescono a far identificare da subito e senza possibilità di equivoci questa patologia. Per tale motivo, prima di procedere a una diagnosi fai-da-te è fondamentale contattare un medico specialista ed effettuare gli accertamenti richiesti dal caso.

Tuttavia, conoscere i sintomi tipici dell’ernia cervicale può essere utile a individuare un problema che va oltre una semplice cervicalgia da torcicollo.

Chi è soggetto all’ernia cervicale riscontra:

  • Rigidità dell’area cervicale;
  • Dolore al collo (che si acuisce con i movimenti);
  • Mal di testa;
  • Vertigini;
  • Nausea;
  • Dolore e rigidità delle braccia;
  • Formicolii lungo le braccia.

Nei casi in cui la patologia abbia assunto una forma grave, si potrebbero riscontrare anche serie problematiche motorie, come le paresi.


Prevenire l’ernia cervicale

Quando non causata da problematiche congenite, l’ernia cervicale può essere prevenuta seguendo alcune buone prassi per la salute di tutta la schiena e il benessere fisico personale:

  • Prendersi cura della corretta postura della schiena;
  • Evitare di mantenere posizioni fisse per periodi prolungati;
  • Evitare il sollevamento di carichi pesanti;
  • Potenziare i muscoli cervicali, senza sovraccaricarli;
  • Evitare i periodi prolungati di stress.