Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Conosciamo il dolore muscolare alla gamba

Un dolore muscolare alla gamba può avere diverse cause e, il più delle volte, si presenta in chi pratica sport o in chi, fuori allenamento, sottopone il proprio corpo a sforzi intensi. La spiacevole sensazione delle “gambe rotte” è comune nei runner o in chi pratica trekking.

Il dolore può comparire anche dopo 24 ore dall’attività fisica e durare perfino più di una settimana.


Struttura della gamba

Con il termine “gamba” s’intende comunemente l’intero arto inferiore del corpo umano (coscia e gamba vera e propria). La struttura della gamba è composta da alcune delle ossa più lunghe dello scheletro umano:

  • Femore;
  • Tibia;
  • Perone.

Il femore è connesso a tibia e perone attraverso l’articolazione del ginocchio che comprende anche la patella o rotula.

Il sistema muscolare della gamba è formato, tra gli altri, dai seguenti muscoli:

Coscia anteriore

  • Muscolo quadricipite femorale (retto del femore, vasto mediale, vasto laterale, vasto intermedio);
  • Muscolo sartorio.

Coscia media

  • Muscolo pettineo;
  • Adduttore lungo;
  • Muscolo gracile;
  • Adduttore breve;
  • Grande adduttore;
  • Otturatore esterno.

Coscia posteriore

  • Bicipite femorale;
  • Muscolo semitendinoso;
  • Muscolo semimembranoso.

Gamba loggia anteriore

  • Tibiale anteriore;
  • Estensore lungo dell’alluce;
  • Peroniero anteriore.

Gamba loggia laterale

  • Peroniero lungo;
  • Peroniero breve.

Gamba loggia posteriore (polpaccio)

  • Tricipite della sura;
  • Muscolo plantare;
  • Muscolo popliteo;
  • Flessore lungo delle dita;
  • Flessore lungo dell’alluce;
  • Tibiale posteriore.


Le cause più diffuse di dolore muscolare alla gamba

Quando il dolore ai muscoli delle gambe non dipende da cause di natura patologica (artrite o arteriosclerosi), le ragioni del fastidio sono da ricercare nell’attività fisica.

Crampi

I crampi sono dolori intensi e improvvisi provocati dalla contrazione involontaria e protratta di uno o più muscoli. Sono generalmente causati da un’intensa attività fisica, dalla disidratazione o dalla mancanza nel sangue di alcuni minerali necessari all’attività del muscolo (potassio, sodio e calcio). Il dolore può persistere anche dopo la contrazione.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

Strappo e stiramento muscolare

Tipici di chi pratica attività sportiva a livello agonistico o amatoriale, lo strappo o lo stiramento muscolare sono dovuti a un’eccessiva sollecitazione del muscolo.

Nello stiramento muscolare, le fibre del muscolo subiscono un allungamento eccessivo. Questo trauma è generalmente da imputare ad attività fisica praticata senza adeguata preparazione o riscaldamento muscolare, ma può derivare anche da postura errata o movimenti bruschi.

Nello strappo, le fibre muscolari sono soggette a rottura. Il trauma è da imputare a sollecitazioni o carichi eccessivi. A differenza dello stiramento, lo strappo muscolare è considerato una lesione grave.

Le lesioni ai muscoli della coscia e della gamba sono frequenti soprattutto in chi pratica corsa a livello agonistico.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

Sciatalgia

È il dolore alla gamba dovuto alla compressione della radice di un nervo (nervo spinale lombare o nervo sciatico), che può portare a una reazione infiammatoria lombare (radicolite). Generalmente è un fastidio che parte dal lato posteriore della coscia, per arrivare al retro della gamba fino ad interessare anche l’area dell’anca o del piede. Generalmente il dolore riguarda singolarmente la gamba destra o sinistra.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui