Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Crampi muscolari alla gamba: cosa sono e come prevenirli

I crampi muscolari ai grandi muscoli delle gambe sono fenomeni diffusi e particolarmente dolorosi. Tra i muscoli più colpiti da questo fenomeno c’è senz’altro il polpaccio, ma sono frequenti anche crampi ai muscoli della coscia (quadricipite femorale).


Cosa sono i crampi: definizione e cause

I crampi sono contrazioni involontarie, intense e dolorose di muscoli striati. Si manifestano in modo improvviso e violento e possono interessare uno o più muscoli.

Frequenti in chi pratica sport, i crampi non risparmiano neanche coloro che preferiscono la vita sedentaria. Il crampo notturno alle gambe è un classico spiacevole e brusco risveglio dal sonno che può essere sperimentato da tutta la popolazione adulta.

Tale fenomeno è una reazione a uno stato di affaticamento dovuto a differenti cause:

  • Disidratazione;
  • Carenza di minerali (calcio, sodio, magnesio);
  • Diminuzione di afflusso sanguigno.

Come prevenire i crampi ai muscoli delle gambe

I crampi sono un fenomeno che si sta ancora studiando per comprenderne con precisione le cause e gli scompensi che portano alla contrazione violenta e dolorosa del muscolo. In alcuni casi è stato notato che il rilassamento e l’allungamento del muscolo possono prevenire l’insorgere del crampo o ridurne durata e intensità.

Massaggi e stretching, assieme all’idratazione e a una dieta che preveda il corretto apporto di sali minerali (soprattutto in anziani e per chi suda abbondantemente), sono le strategie per la corretta prevenzione dei crampi ai muscoli delle gambe.